sabato 13 novembre 2010

Nasce l’Associazione Rispettando San Salvario

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:


Gentili amici di Migliora Torino,

sono un residente di San Salvario, “soffro” anch’io di movida molesta e da un po’ seguo il blog.

Volevo segnalarvi che anche a San Salvario è nato un Comitato spontaneo di cittadini costituitosi recentemente in un associazione culturale, di cui io sono uno dei fondatori; questa associazione, che abbiamo deciso di chiamare Rispettando San Salvario (in allegato un primo comunicato della stessa) è appena nata e stiamo incominciando ora a raccogliere le adesioni. Lo scopo dell’associazione è combattere il degrado del quartiere e, in cooperazione con altre, il degrado della nostra città. Vogliamo batterci non solo contro il disturbo notturno dei locali, ma anche per una migliore qualità della vita nel nostro quartiere, particolarmente problematica a causa di sporcizia, bivacco, ubriachezza molesta, sosta selvaggia, ecc. come probabilmente già sapete.

Vi chiediamo quindi di pubblicizzare la nostra iniziativa sul blog o con altri mezzi, al fine di poter coinvolgere il maggior numero di cittadini possibile. Da parte nostra abbiamo avuto riscontro, in questo nostro inizio promettente, di una maggiore sensibilità al problema da parte sia dei residenti sia delle istituzioni; riteniamo comunque che questo sia il momento per fare pressione e ottenere finalmente qualcosa di concreto dall’amministrazione e dalle istituzioni coinvolte; non dimentichiamo che il 2011 è l’anno non solo del 150° dell’Unità d’Italia, ma anche delle elezioni comunali e circoscrizionali.

Spero di poter contare sul vostro aiuto anche per far rete con altri cittadini di altri quartieri, se lo vorrete io e gli altri aderenti all’associazione potremo inviare documenti fotografici e non riguardanti i problemi di San Salvario e le nostre iniziative.

Sono a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento, i miei recapiti sono sotto riportati.

Cordiali saluti

Roberto
risansalvario@gmail.com



Noi del blog Migliora Torino facciamo tantissimi auguri a Roberto e all’Associazione Rispettando San Salvario e rimaniamo a loro disposizione per pubblicare le future iniziative.
In bocca al lupo!
(Di seguito il comunicato ufficiale della nascita dell’Associazione)


Chiesa di San Salvario (Foto di Paolo Favaro - http://www.paolofavaro.com/)





È nata l'associazione:

«RI.SA»
«RISPETTANDO SAN SALVARIO»

È promossa dai cittadini del quartiere contro il degrado generato dalla movida selvaggia.

È rispetto per la salute e i sonni, per i cuori e i cervelli, per le arterie e le orecchie.

È rispetto per i nostri malati e i nostri anziani, per i nostri studenti e i nostri lavoratori.

È rispetto per le leggi, comprese quelle che vietano rumori e disturbo del riposo e delle occupazioni dei cittadini di giorno e ancora più di notte.

È rispetto per la Costituzione che tutela la nostra salute e promuove la pacifica e civile convivenza nelle comunità.

È rispetto per l'ambiente del nostro quartiere, degradato da sporcizia, bivacchi, movida selvaggia, droga, latrine a cielo aperto, occupazione indebita di suolo pubblico, sosta selvaggia, viabilità congestionata…


L'associazione RI.SA vuole:

  • favorire il coinvolgimento dei cittadini nella vita del quartiere
  • migliorare le condizioni di vivibilità, contrastando tutte le forme d'inquinamento nel rispetto delle leggi nazionali, regionali e comunali
  • svolgere un'opera di promozione e prevenzione della salute
  • costruire una rete di rapporti anche con i cittadini di altri quartieri vittime delle medesime cause di degrado.

Difendiamo le nostre vie e le nostre vite da:

  • inquinamento acustico
  • inquinamento ambientale.

Promuoviamo la vivibilità sociale.


ASSOCIAZIONE «RI.SA RISPETTANDO SAN SALVARIO»



Torino, 20 ottobre 2010

2 commenti:

  1. ciao a tutti, io ho vissuto a San Salvario, precisamente in via San Pio v, e gli anni della mia giovinezza li ho passati in quelle zone.
    vorrei far sapere a tutti che San Salvario va rispettata, come io la rispetto ancora dopo tanti anni, chi si ricorda com'era negli anni 70
    la vede ancora così, perche' i palazzi e le vie
    ci sono ancora, magari un pò cambiati sono i negozi, ma Torino era allora un porto di mare
    come lo è adesso, e spero che ritorni ad essere la zona tranquilla che era ai quei tempi

    RispondiElimina
  2. Ciao Anonimo,

    grazie per il tuo commento.

    Continua a seguirci! :-)

    RispondiElimina